Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Ven, 26/05/2017 - 20:02
sei qui: Home > Cronaca > Perde il lavoro, beve e picchia la moglie

Cronaca Potenza

Crisi e violenza

Perde il lavoro, beve
e picchia la moglie

L'uomo, un 36enne ucraino che da tempo vive a Barile, è stato arrestato

di Redazione Basilicata24

Perde il lavoro, beve <br>e picchia la moglie

E' stata la moglie a denunciarlo e quasi a giustificarlo. La donna che da mesi subiva maltrattamenti da parte del marito ha detto ai carabinieri che il compagno era cambiato da quando aveva perso il lavoro


I carabinieri della stazione di Barile hanno arrestato un 36enne ucraino in quanto resosi responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, minaccia aggravata, danneggiamento seguito da incendio e resistenza a pubblico ufficiale


L'uomo in preda ad un raptus, nel pomeriggio di mercoledì 14 dicembre, ha aggredito la moglie violentemente. Nemmeno la presenza della figlioletta ha persuaso l'uomo a calmarsi. La donna riavutasi dallo choc ha poi chiamato i carabinieri e giunti in casa della coppia; il 36enne si è barricato in una stanza continuando ad inveire contro la moglie. I carabinieri, nel tentativo di riportare la calma, sono stati anch’essi aggrediti dall’uomo che poi è stato bloccato e arrestato.


In caserma la donna ha raccontato ai militari che il marito, da alcuni mesi, rimasto disoccupato, era diventato irascibile e violento, in particolar modo quando facecva uso di alcolici. In una circostanza, al termine di un litigio e dopo averla picchiata, aveva tentato addirittura di incendiare l’abitazione senza, tuttavia, riuscirci.


Al termine degli accertamenti, l’arrestato è stato portato in carcere a Melfi. 

Gio, 15/12/2011 - 19:44
Stampa