Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Dom, 25/06/2017 - 18:26
sei qui: Home > Cronaca > Raffica di denunce nel Potentino

Cronaca Potenza

Controlli

Raffica di denunce
nel Potentino

Territorio sotto la lente
dei carabinieri

di Redazione Basilicata24

Raffica di denunce <br>nel Potentino

 


A Melfi i militari hanno denunciato un 26enne del posto. M. M. G. per simulazione di reato e tentata truffa. L’uomo con lo scopo di truffare l’assicurazione simulava il furto della propria autovettura. A seguito del rinvenimento del mezzo parzialmente smontato, i militari del nucleo radiomobile, raccolti sufficienti indizi di colpevolezza, hanno denunciato il 26enne. 


G.D e T. S. G di 26 e 45 anni sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, guida in stato di ebbrezza, rifiuto d’indicazioni sulla propria identita’ personale. I due, fermati ad un posto di blocco, invece di fermarsi hanno ingranato la marcia nel tentativo di eludere il controllo. Subito raggiunti e bloccati dai militari, all’esame dell’alcoltest, sono stati trovati con un tasso alcolemico superiore a quello consentito.


A Rionero in Vulture i carabinieri della locale stazione hanno denunciato L. R. 42enne originario di Venosa per furto aggravato in un negozio di articoli per la casa e la persona. L’uomo, da tempo tenuto sotto controllo perche’ sospettato di effettuare furti all’interno di supermercati della zona, è statao colto sul fatto. I carabinieri hanno avuito modo di accertato che l'uomo aveva asportato merce per un valore di 600 euro.


A Bella un 63enne è stato denunciato per lesioni personali. L'uomo, dopo una lite per futili motivi avuta con il fratello, lo ha colpito ripetutamente con pugni e calci, tanto da costringerlo a ricorrere alle cure dei sanitrari che lo hanno giudicato guaribile in 10 giorni. 


A San Fele un 80enne agli arresti domiciliari è stato denunciato per aveasione. L'uomo a seguito di un controllo non è stato trovato nella sua abitazione. 


A Rapolla i militari, a conclusione di indagine, hanno denunciato in stato di liberta’ un noto pregiudicato del luogo, B.V. di 34 anni, e M.G. 69enne, per truffa, detenzione illegale di arma e acquisto di cose di sospetta provenienza.


Il Nucleo radiomobile ha eseguito numerosi posti di controllo a seguito dei quali sono state elevate 15 contravvenzioni al Codice della Strada.

Lun, 28/05/2012 - 13:53
Stampa