Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Sab, 27/05/2017 - 21:47
sei qui: Home > Cultura > Arte e libri > A Ripacandida spazio all'arte contemporanea

Arte e libri Potenza

Eventi

A Ripacandida spazio all'arte contemporanea

Non solo gli affreschi medievali di San Donato

La Galleria Civica di Ripacandida dall'esterno La Galleria Civica di Ripacandida dall'esterno

Si inaugura domenica 18 nel piccolo centro del Vulture, all'interno del palazzo municapale, la nuova Galleria Civica d'ArtePromuovere l’arte è sempre un’iniziativa lodevole, anche se spesso comporta molte difficoltà e c’è il rischio di non incontrare il favore della gente, soprattutto quella attenta alle cose più concrete e poco incline a “perdere tempo” dietro alla cultura.

L’amministrazione comunale di Ripacandida ha deciso di puntare sull’arte per dare risalto al proprio paese e cercare di aumentarne la visibilità, anche fuori dai confini della Basilicata. A tale scopo è stata allestita nei mesi scorsi una mostra permanente, che darà vita alla Galleria Civica d’Arte di Ripacandida. Fautori dell’iniziativa il Sindaco del piccolo centro del Vulture, Giuseppe Annunziata, e l’artista Vito Miroballi, ripacandidese che vive ed opera a Roma. Quest’ultimo, grazie alla conoscenza di importanti artisti della capitale, è riuscito a raccogliere, al solo scopo di dare lustro al proprio paese natale, oltre cento opere (tutte donate al Comune), che costituiranno il primo nucleo della collezione.

La Galleria Civica sarà ospitata all’interno di alcuni ambienti del Palazzo Baffari-Rossi, antica dimora gentilizia che lo scorso 31 luglio è stata restituita alla sua originaria funzione di sede municipale. L’inaugurazione del nuovo spazio museale avverrà domenica 18 settembre alle ore 18, e ad essa seguirà, in locali attigui, l’apertura della mostra personale di Vito Miroballi dal titolo “Oltre il limite superato”.

Tra le opere raccolte all’interno della Galleria Civica (che comprende dipinti, grafiche e sculture) troviamo alcuni tra i massimi esponenti dell’arte contemporanea italiana, dai primi decenni del Novecento fino alla soglia dei nostri giorni. Nomi che hanno sviluppato i propri linguaggi artistici lungo la linea del rinnovamento e della sperimentazione: da Ugo Attardi a Ennio Calabria, da Renzo Vespignani a Domenico Rambelli, da Alberto Ziveri a Franco Mulas, solo per citare alcuni nomi.

Lun, 12/09/2011 - 21:31
Stampa