Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 28/06/2017 - 21:28
sei qui: Home > L'opinione > Interventi e commenti > Don Uva, risorsa per la sanità lucana

Interventi e commenti Potenza

SANITA'

Don Uva, risorsa
per la sanità lucana

Fials: "Un'eccellenza che non può e non deve essere persa"

di Redazione Basilicata24

Don Uva, risorsa <br>per la sanità lucana

In data 5 luglio 2012 la Fials è stata promotrice, insieme alle altre sigle sindacali e ha partecipato alla manifestazione dei lavoratori del Don Uva conclusasi con un incontro presso la Prefettura di Potenza. Il Prefetto, ha ricevuto la Fials e le altre organizzazioni sindacali. E' stata rappresentata la grave crisi che investe la Casa Divina Provvidenza e la procedura fallimentare in essere in discussione presso il Tribunale di Trani. L'origine del tracollo della struttura del Don Uva, arriva da molto lontano, dalle gestioni poco attente e oculate che si sono succedute, dalle riconversioni non realizzate (tranne quella fatta nel 1999 della Regione Basilicata che riconvertì l'Istituto ortofrenico in CSSR), dalle inadempienze normative della Regione Puglia ecc. Un prezzo troppo alto e inaccettabile, che coinvolge i lavoratori tutti ma in particolar modo quelli della CDP di Potenza. Il Don Uva rappresenta nel panorama della sanità lucana un'eccellenza ed è una risorsa lavorativa, economica e sociale, che non può e non deve essere “persa”. Al  Prefetto, riconosciamo l'immediata disponibilità al dialogo con le organizzazioni sindacali e i lavoratori, la condivisione di questa crisi, oltre all'impegno di intervento presso le Istituzioni competenti necessario a raggiungere una stabilità per la sopravvivenza e il futuro del Don Uva di Potenza.

 

Giuseppe Costanzo Segretario Fials Potenza

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                    

Gio, 05/07/2012 - 19:03
Stampa