Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 26/07/2017 - 21:15
sei qui: Home > L'opinione > Interventi e commenti > Satriano, "perché i gestori della piscina non pagano i debiti al Comune?"

Interventi e commenti Potenza

POLITICA

Satriano, "perché i gestori della piscina non pagano i debiti al Comune?"

"Gli ammimistratori devono assumersi proprie responsabilità"

di Redazione Basilicata24

Satriano, "perché i gestori della piscina non pagano i debiti al Comune?"

I gestori della piscina comunale risultano debitori di 21.700,00€ nei confronti del Comune di Satriano per l’anno 2016. In particolare devono al Comune 7.400,67€ come canone di licenza e 14.299,55€ fatture energia elettrica. Siamo stanchi di dover ancora manifestare l’incompatibilità del vice-sindaco e del consigliere delegato alla cultura, gestori di fatto della piscina. Abbiamo denunciato tutto già l’anno scorso, abbiamo la coscienza a posto. Si nascondono dietro sotterfugi, cambi di presidenti dell’associazione o amministratori delle società, per poi continuare la propria attività come se nulla fosse, nascondendo le proprie autovetture dietro la piscina per non farsi notare. Ora la questione è politica! Sono scelte politiche quelle che si fanno. Gli amministratori e i consiglieri di maggioranza devono assumersi le proprie responsabilità. Vogliamo capire perché a tutti i cittadini di Satriano tartassati dalle tasse vengono inviati massivamente gli accertamenti per la Tari 2011, mentre nessuno accerta che i consiglieri/gestori della piscina non pagano i canoni di locazione e i rimborsi dell’energia elettrica? Il controllore controlla il controllato. Come mai, per molto meno, viene revocato con effetto immediato all’Associazione Country club la gestione comunale del maneggio per non aver versato il canone di locazione per una cifra di 2.458,62 euro, mentre per la somma di circa 22.000,00 euro nessuno fa nulla? Come mai non vengono versati gli stipendi ai dipendenti comunali e ai gestori non viene accertato nulla? Ora basta! Chi ha le responsabilità politiche se le assuma. Noi presenteremo nei prossimi giorni una mozione di sfiducia solo nei confronti del vice-sindaco, perchè le norme non ci permettono di farlo anche nei confronti del consigliere delegato alla cultura, così, una volta per tutte, vedremo chi in maggioranza prende le distanze non solo verbalmente in pubblico ma anche politicamente nelle sedi istituzionali. Le chiacchiere sono finite! Come gruppo Satriano2050 precisiamo che non vogliamo certo la chiusura della piscina, anzi ci impegniamo a trovare soluzioni e siamo a disposizione per un confronto serio, purchè si faccia chiarezza una volta per tutte. Proprio per questo, chiederemo al Sindaco di convocare un tavolo con i consiglieri comunali, il responsabile tecnico e il presidente (sulla carta) dell’associazione Splash per capire quali sono le problematiche che si verificano e il perché ci sono questi ritardi nei pagamenti, sperando che ne sia a conoscenza.

Umberto Vita e Rocco Perrone, Consiglieri comunali Gruppo Satriano 2050

Sab, 04/03/2017 - 11:34
Stampa