Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 26/07/2017 - 21:15
sei qui: Home > Politica > L'opposizione chiede soldi per il Comune di Potenza

Politica Potenza

Crisi

L'opposizione chiede soldi per il Comune di Potenza

Riceviamo e pubblichiamo, ma con una nostra riflessione

di Redazione Basilicata24

L'opposizione chiede soldi per il Comune di Potenza

Nell’ultima riunione del Consiglio comunale di Potenza i gruppi di opposizione di “Lista civica per la città”, “Mal-Mpa”, gruppo Misto-Fli e “Pdl” alla luce delle tante incertezze economiche che caratterizzano da anni la gestione del comune e che non consentono di garantire servizi adeguati ai cittadini hanno evidenziato la necessità di concretizzare azioni finalizzate a porre fine alla perenne carenza di risorse.


 “Presenteremo nei prossimi giorni– evidenziano- un ordine del giorno in Consiglio comunale per impegnare il sindaco e la giunta a chiedere formalmente alla Regione Basilicata la revisione della legge 40 del 1995 così da ridistribuire le royalties del petrolio includendo anche il comune di Potenza che offre una gran mole di servizi a tutto l’hinterland da cui ogni giorno arrivano numerosi cittadini”.


I consiglieri di opposizione evidenziano come nuovamente quest’anno si sia ripresentato il problema delle mense scolastiche e non solo. “Nell’ultimo consiglio comunale- sottolineano- abbiamo chiesto una data certa per l’inizio del servizio. Nonostante l’aumento delle tariffe previste per le mense ed i trasporti scolastici l’amministrazione comunale non ha saputo dare alcuna garanzia. Per migliaia di famiglie inizierà, dunque, anche quest’anno il disagio. Siamo perfettamente consapevoli che i tagli imposti dal governo hanno aumentato le difficoltà e le criticità dei comuni, soprattutto nell’erogare servizi essenziali, ma bisogna avere anche la consapevolezza che deve terminare la stagione della propaganda”. (giuseppemolinari@libero.it)


Riflessione


Chiediamo a questi signori dell’opposizione se hanno delle proposte per far uscire il Comune di Potenza dal pantano finanziario. Ricordiamo che alcuni di loro hanno governato per decenni in molte postazioni importanti e di prestigio nelle ex maggioranze che hanno ridotto la città nelle condizioni attuali. Non basta cambiare casacca per giustificare la critica di oggi quando nel passato si è contribuito a fare i danni che oggi i cittadini pagano. Assunzioni facili, promozioni facilissime, spese pazze di quando la mucca era grassa. Nessuna lungimiranza se non la distanza dal naso del proprio consenso elettorale immediato. E’ vergognoso chiedere altri soldi. Ci auguriamo che Potenza abbia un sostegno, una boccata di ossigeno finanziaria, ma che sia chiaro: bisogna smetterla di risolvere i problemi chiedendo soldi. Molti quattrini avete gestito negli ultimi 30 anni e il risultato è sotto gli occhi di tutti. Principeschi pensionati della politica che ancora ritengono di avere qualcosa da dire, ma mai qualcosa da fare. L’opposizione se non vuole essere ridicola faccia delle proposte organiche, serie, possibili, che aiutino la città ad uscire dal Pantano. Certi capi dell’opposizione sono stati amici complici di chi ha portato il Comune nelle condizioni finanziarie in cui versa oggi. Pietà per l’intelligenza delle persone. E basta con la demagogia, per favore. Chiunque sarebbe capace di chiedere soldi.

Lun, 19/09/2011 - 08:39
Stampa